12 Gennaio 2021

Ferdinand 150100 - Kit Cyber-Hobby - Scala 1/35

Germania aprile 1945

Appena consegnati ai reparti nella primavera del 1943, i Ferdinand vennero sottoposti a lunghe prove, mentre gli equipaggi seguivano un addestramento intensivo. Dopo alcune modifiche ai mezzi, tutti i Ferdinand (tranne uno rimasto in Germania) furono trasferiti in treno sul fronte orientale, nella massima riservatezza. Gli 89 cacciacarri costituivano infatti una delle armi segrete di Zitadelle, l’ operazione tedesca che doveva eliminare il saliente sovietico di Kursk e riportare all’ offensiva le armate germaniche. Proprio per attendere la presenza di nuovi mezzi come i Ferdinand e i carri Panther, l’ operazione fu più volte rimandata; il 5 luglio 1943 Zitadelle prese finalmente il via e i Ferdinand dello schwere Panzerjager-Regiment 656 furono utilizzati come arieti per sfondare le linee fortificate sovietiche, ottenendo alcuni successi locali a prezzo però di perdite dovute soprattutto a guasti meccanici e mine.

  

  

Entro il 1° agosto risultarono perduti 39 Ferdinand, contro la distruzione dichiarata di oltre 600 mezzi corazzati, pezzi di artiglieria e bunker avversari. Gli esemplari rimasti immobilizzati vennero autodistrutti dagli equipaggi, per impedire la cattura da parte del nemico; nessun mezzo fu distrutto dai carri o dai cannoni anticarro nemici, ma molti subirono gravi danni dai normali proiettili esplosivi d’ artiglieria, poiché le grate superiori di aerazione dei motori non erano abbastanza robuste per fermare le schegge più grosse. A fine agosto i restanti 50 Ferdinand furono concentrati nello schwere Panzerjager-Abreilung 653 e continuarono a operare sul fronte orientale sino a novembre, distruggendo altri 500 carri nemici, contro la perdita di soli otto semoventi. In dicembre i mezzi superstiti partirono per l’ Austria, dove furono ricostruiti come Elefant. In febbraio la l° compagnia del battaglione fu inviata in Italia; le altre due compagnie nell’ aprile 1944 si trasferirono sul fronte ucraino, ottenendo altri successi contro l’ Armata Rossa. In ottobre i quattordici esemplari rimasti formarono la schwere Panzerjiiger-Kompanie 614, che continuò a combattere senza sosta i sovietici sino alla battaglia finale in Germania nell’ aprile 1945.

  

  

  

Buon Modellismo a Tutti

Luca Zampieri "Zampy"

Joomla SEF URLs by Artio
seoLinks

CERCA NEL SITO

TECNICHE E COLORI

RECENSIONE AEREI

RECENSIONE MEZZI CORAZZATI

STORIA

Visite:

Oggi:108
Questo Mese5398
Visite Totali3170910