Articoli filtrati per data: Giugno 2021

Lockheed Martin F-35 Lightning II - Kit Hasegawa Scala 1/72

13° Gruppo del 32° Stormo di base ad Amendola nel 2019

Il 13º Gruppo caccia è un Gruppo di volo che fa parte del 32º Stormo dell'Aeronautica Militare. Nel 1953 il reparto fu inserito nel 2° Stormo fino alla data della disattivazione avvenuta il 1° ottobre del 1962, data in cui il Gruppo divenne Autonomo. Dal 1° ottobre del 1967 venne inserito nel 32° Stormo, venendo equipaggiato con i Fiat/Aeritalia G-91 e poi con i G-91Y.

  

  

All'inizio degli anno 90 fu riequipaggiato con gli Aeritalia AMX operando con questo aereo fino al 2013. Dal dicembre del 2013, nell'ambito di un programma di trasformazione e riorganizzazione dell'AM, il Gruppo venne posto in posizione quadro.
Viene riattivato il 12 maggio 2016 come gruppo di volo del 32º Stormo di Amendola, quale primo gruppo in Europa ad acquisire i nuovi velivoli di quinta generazione F-35 Joint Strike Fighter "Lightning II", i primi due assegnati al Reparto il 12 dicembre dello stesso anno.

  

  

Buon Modellismo a Tutti

Francesco Sfriso "Kekko"

Flak 40 Zwilling 128 mm - Kit Takom - Scala 1/35

Germania gennaio 1945.

 

La Flak-Zwilling 40 da 12,8 cm era uno sviluppo della Flak 40 da 12,8 cm a canna singola. La seconda bocca da fuoco, raddoppiava la velocità di fuoco fino a 28 colpi al minuto. Il peso raddoppiato non ha avuto un ruolo, poiché la batteria veniva utilizzata solo in posizione fissa in un supporto a terra, principalmente sulle torri protette da antischeggie.

  

  

Pochissime dei costosissime postazioni antiproiettile sono state prodotte dalla Hanomag di Hannover e Oberschlesische Gerätebau GmbH a Laurahütte. La produzione più alta fu raggiunta nel gennaio 1945 con 33 pezzi costruiti.

Il Flak-Zwilling 40 da 12,8 cm è stato in grado di sparare proiettili da 26 kg ad una altezza massima di 14.800 metri. La vita di una singola bocca da fuoco era di circa 1000-2000 colpi.

  

  

Buon Modellismo a Tutti

Zampieri Luca "Zampy"

Challenger I Mk.3 - Kit Tamiya - Scala 1/35

British Army - Rhine in Germania Occidentale durante il 1983.

Il Challenger 1 è stato costruito dalla Royal Ordnance Factories (ROF). È stato progettato dalla MVEE (Military Vehicles and Engineering Establishment) vicino a Chobham nel Surrey dall'originaria richiesta iraniana di una versione potenziata del carro Chieftain in loro possesso. I carri iraniani in servizio allora erano lo Chieftain Mk.5, lo Shir 1 e lo Shir 2. Con la caduta dello Shah in Iran e il fallimento del progetto MBT80 il Regno Unito era diventato l'acquirente del nuovo carro armato, sviluppato dalla MVEE per il bisogno di un carro nell'Europa centrale. Per un breve periodo il carro era stato chiamato Cheviot, perché nella seconda guerra mondiale era già stato creato un carro con il nome Challenger, anche se questo era un carro incrociatore.

  

  

La parte più rivoluzionaria di questo carro è stata l'adozione della corazza composita Chobham sulla parte frontale di scafo e torretta, di gran lunga più resistente della normale d'acciaio (RHA) che era d'ordinanza in tutti i carri dell'epoca. Questa corazza è stata usata anche da altri come gli Stati Uniti per il loro M1 Abrams o la Germania con i loro Leopard 2. Il Challenger 1 ha partecipato alla competizione del Canadian Army Trophy nel 1987, ma il sistema di estinzione del fuoco e di visione non si sono rivelati soddisfacenti e lo hanno fatto finire ultimo nella classifica contro gli altri carri. Ma dopo con nuovi aggiornamenti molti problemi sono stati risolti.
C'erano però dei nuovi requisiti da rispettare e la Vickers decise se scegliere un Challenger migliorato, un M1 Abrams americano, un Leclerc francese o un Leopard 2 tedesco.
Il progetto della Vickers, chiamato Challenger 2, era stato finalmente scelto. Questo carro era molto più efficace del predecessore e, anche se manteneva lo scafo progettato dalla MVEE, presentava una nuova torretta e una corazza Chobham ancora più avanzata, questa volta presente anche nella parte laterale dello scafo.
C'era anche una versione del Challenger senza torretta per il tiro antiaereo.

  

  

Buon Modellismo a tutti

Enrico Maina

Joomla SEF URLs by Artio
seoLinks

CERCA NEL SITO

TECNICHE E COLORI

RECENSIONE AEREI

RECENSIONE MEZZI CORAZZATI

STORIA

Visite:

Oggi:331
Questo Mese9271
Visite Totali3286446