Morane Saulnier Mörkö - MPM - 1/48

  24 Gennaio 2012

Morane Mörkö - kit MPM - scala 1/48

Recensione kit MPM

Non mi dedico molto alla scala 1/48, ma devo dire che ogni qualvolta inizio un kit in questa scala, ne resto sempre affascinato e mi verrebbe di mollare per un po’ la scala in 1/72 per dedicarmi al “più grande 48”….

Il kit del Mörkö appartiene alla MPM, quindi un modello un po’ ostico come plastica, ma come parti in resina (il cockpit) non c’è nulla da dire, anzi direi perfetto…mancano solo le cinghie del seggiolino e sarebbe perfetto...

Inizio nel prepararle parti in resina, per poi assemblarle tra loro e alla fusoliera interna del velivolo. Nel mentre preparo anche le ali già montate per eventuali prove a secco. Già qui mi trovo il primo problema, e cioè il vano carrelli è più grande di alcuni mm dello spessore delle ali. Quindi con una fresetta devo limare le gondole dove vanno alloggiate le ruote e anche lo spessore stesso dell’ala superiore. Per far combaciare tutto perfettamente bisogna fare numerose prove a secco e stare ben attenti a non forare le gondole delle ruote o l’ala superiore.

Ho colorato le parto del posto di pilotaggio grigio scuro della Gunze (H32 un grigio particolare tendente al viola). Poi sono passato al dettaglio dei strumenti e seggiolino e quindi al montaggio del cockpit.

Quindi ho iniziato con le consuete prove a secco e qui i soliti problemi di questi kit MPM sono venuti fuori come da programma. La fusoliera (probabilmente con il tempo) si era un po’ deformata e quindi si riscontravano diversi problemi di assetto del posto di pilotaggio, l’apparato radio posto dietro al sedile, pannello strumenti e giusto allineamento della fusoliera (dato che non ci sono inviti di nessun tipo nei modelli MPM). Un vero lavoraccio. Alla fine dopo 1.000 peripezie e qualche oretta buttata la per mettere in forma la plastica, sono riuscito a chiudere la fusoliera correttamente.

Nel mentre ho montato le ali con i vani carrelli precedentemente sagomati. Quindi altro intoppo nel posizionamento delle ali, con solchi di 1-1,5 mm tra ala e fusoliera. Anche qui ho dovuto lavorare un bel po’ e quindi alla fine, una vota asciutto il tutto, una bella mano di stucco iniziale e una seconda mano di stucco per rifinire. Ho tagliato i flap dietro per posizionarli abbassati.

Dopo le dovute stuccature e cartavetrate, sono passato alla dipintura. Ho iniziato con dare del bianco di fondo sulle estremità alari (sotto), in fusoliera e sul muso del velivolo, usando del Gunze H316. Poi asciutto il tutto sono passato al giallo della Testor (Galeb 04). Mascherato il tutto (fascia di fusoliera, estremità alari inferiori e muso del velivolo), ho iniziato con un paio di mani leggere di azzurro chiaro Gunze H314.

Quindi sono passato alla posa dei trasparenti del cockpit e ho iniziato con un paio di mani leggere di verde medio (green) della Gunze H303. Poi sono passato al verde scuro  RLM 80 (Gunze H420).

Sono passato poi all’evidenziare le pannellature, schiarendo i verdi con altre tonalità di verde. Una mano di lucido trasparente H30 Gunze e sono passato alla posa delle decal.

Le decal sono risultate molto spesse e quindi mi hanno dato molti problemi nell’adattarsi alle linee e pannellature del velivolo. Ho usato abbondanti passate di ammorbidente Mr. Mark Softer. Nuova mano di lucido e quindi un lavaggio ad olio in terra di Siena scuro.  Ho voluto dare un aspetto molto vissuto al velivolo, con passate di nero opaco ad aerografo sugli scarichi del motore e in corrispondenza delle mitragliatrici alari. Anche le ali sono state leggermente “spruzzate” con un nero opaco.

Alla fine, dopo un leggero lavaggio ad olio, sono passato ad una mano di semilucido della Gunze H-30.

Buon Modellismo a Tutti....!!!!

Joomla SEF URLs by Artio
seoLinks

SPONSOR

CONDIVIDI

CERCA NEL SITO

TECNICHE E COLORI

RECENSIONE AEREI

RECENSIONE MEZZI CORAZZATI

STORIA

Visite:

Oggi:377
Questo Mese43674
Visite Totali1570943