Dewoitine D.500/D.501 - Heller - 1/72

  23 Gennaio 2012

Dewoitine D.500/501 kit Heller scala 1/72

Vecchio modello della Heller fine anni ’70, questa scatola offre al modellista la possibilità di realizzare o la versione D.500 o la D.501. Sostanzialmente differiva per l’impianto motore e per l’armamento, e leggermente sulle dimensioni.

La stampata del kit risente dell’età, quindi con pannellature in positivo, dettagli ridotti al minimo, soprattutto per il cokpit. Si inizia con un profondo stravolgimento del modello, nel senso che vengono riprese tutte le pannellature in positivo, e sono veramente parecchie.

 

Quindi un lavoro lungo e tedioso, ma alla fine dovrebbe dare i suoi buoni risultati. Ho leggermente dettagliato  gli interni, e il cruscotto, la cloche è stata rifatta, e sono state aggiunte le cinture del pilota la chiusura della fusoliera risulta abbastanza buona e saranno da apportare solo lievi correzioni.

 

Dopo la chiusura della fusoliera, sono passato all’assemblaggio di ali e piani di coda, dopo di che viene posto sotto la fusoliera il vano del radiatore di raffreddamento. Qui si è dovuto stuccare in diversi punti, soprattutto sul vano del radiatore. Fatto ciò sono passato al posizionamento del carrello e quindi dei vari piccoli accessori (tubo di Venturi, antenna sotto la fusoliera pedaliera per salire a bordo del velivolo).

 

Sono passato alla colorazione del velivolo. Ho iniziato con un argento Tamiya (X-11, sulla parte inferiore e sui lati della fusoliera. Dopo l’argento ho dato un paio di mani molto leggere di verde Tamiya XF-11, sulla parte superiore delle ali e sulla parte superiore della fusoliera. Essendo già dei colori lucidi, sono passato alla posa delle decal. La colorazione del velivolo è stata fatta in previsione della riproduzione di un velivolo della 1° Escadrille della GC I/4.

 

Purtroppo le decal sono molto vecchie quindi rovinate. Stendo un paio di mani di “Liquid Decal Film” (Microscale), che comunque riesce a risolvere parzialmente i problemi di rottura delle decal stesse. Infatti la “R” ed il “6” della parte sotto si sono rotte (ma comunque abbiamo rimediato).

 

Poi mi sono accorto che mancavano le decal della parte posteriore (il tricolore di coda) e quindi ho dovuto farlo con delle opportune mascherature. Alla fine l’effetto è buono.

 

Dopo la stesura delle decal ho passato del lucido della Humbrol per poi passare a un lieve lavaggio con del nero acrilico Italeri non molto diluito (85-90%). Poi con del gesso nero ho sfumato gli scarichi e altri piccoli particolari.

Joomla SEF URLs by Artio
seoLinks

SPONSOR

CONDIVIDI

CERCA NEL SITO

TECNICHE E COLORI

RECENSIONE AEREI

RECENSIONE MEZZI CORAZZATI

STORIA

Visite:

Oggi:1239
Questo Mese28846
Visite Totali1460008