BALDOIN PAOLO

BALDOIN PAOLO

Sexton II 25pdr SP Traked - Kit Dragon - Scala 1/35

Francia 1944

 
Il 25 pdr SP, Tracked, Sexton, conosciuto anche come Sexton, era un veicolo semovente d'artiglieria basato sul carro armato medio Ram ("ariete") canadese, peraltro esteticamente molto simile all'M4 Sherman, ma con una sovrastruttura aperta armata con un obice Ordnance QF 25 lb da 88 mm inglese a brandeggio limitato. Esso aveva una buona sistemazione complessiva, che era equivalente all'M7 Priest. Venne usato dalle forze del Commonwealth, specie canadesi e britanniche.
 
  
 
  
 
  
 
Il mezzo entrò in servizio nel settembre del 1943 e giocò un ruolo attivo in tutte le campagne che seguirono lo sbarco in Normandia. Il veicolo fu molto apprezzato e rimase in servizio presso l'esercito inglese fino al 1956 e fino a pochi anni fa in qualche altro esercito. Dal suo progetto derivò anche il SP 25 Yeramba, veicolo semovente d'artiglieria australiano.
 
  
  
  
 
Buon Modellismo a Tutti
 
Paolo Baldoin "Stainer" 

Berlino 1945 - kit Dragon/Tamiya - scala 1/35

L'ultimo atto.....

Ultime ore di Berlino. L'Armata Rossa irrompe a Berlino e i combattimenti si fano aspri e durissimi. Tre le rovine di una città devastata, gli ultimi soldati di Hitler resistono....

  

  

  

  

  

Buon Modellismo a Tutti

Baldoin Paolo "Stainer"

Semovente M109 - Kit Italeri - Scala 1/35

Esercito Israeliano - Guerra dello Yom Kippur, ottobre 1973

 
L'M109 è un semovente d'artiglieria di produzione USA. Introdotto nel 1962, ha una grande torretta con 28 colpi, motore anteriore, uno scafo in alluminio che offre una certa protezione dalle armi leggere, un peso di 23/28 (a seconda delle versioni) tonnellate; porta un obice leggero con un grande freno di bocca con canna corta da circa 23 calibri, con una portata di 14 km. Può guadare un fiume fino a 1,8 m di profondità: con un kit aggiuntivo, che richiede una lunga preparazione, può affrontare profondità superiori. Il mezzo è stato largamente modificato per tenere il passo dei progressi tecnologici.
 
  
  
  
 
La produzione ebbe luogo a cominciare dalla fine del 1962 presso la fabbrica carri dell'esercito a Cleveland, che era gestita dalla Cadillac Car. Poi l'impianto passò alla Chrysler, ma negli anni '70 arrivò alla Bowen-McLaughlin-York, meglio nota come BMY.
I tre gruppi d'artiglieria di una divisione americana tipica, meccanizzata, corazzata o cavalleria, hanno ciascuno 18 pezzi ripartiti in 3 batterie.
Molto rapidamente, questo veicolo è entrato in linea in grandi quantità. Anche se in Vietnam è stato impiegato in pochi esemplari, esso ha avuto clienti come, in ordine alfabetico, dall'Arabia Saudita alla Turchia. Esso è stato impiegato in numerosi conflitti durante gli ultimi decenni, come la Guerra del Vietnam, la Guerra dello Yom Kippur e tutte le guerre del Golfo, da parte Iraniana e poi americana.
 
  
  
  
 
Ciònondimeno, i semoventi M109 non sono stati lasciati così come erano stati progettati, bensì sono stati migliorati in maniera sostanziale. Il numero dei pezzi d'artiglieria prodotti nel frattempo è asceso nell'ordine delle migliaia. A metà anni '80 negli USA ve n'erano più di 2500, in Italia 260, in Iran 450, in Svizzera quasi 300.
 
Buon Modellismo a Tutti
 
Paolo Baldoin "Stainer"

ISherman M-51 - Kit Academy/Dragon - scala 1/35

Israeli Defence Forces - Israele 1968

Lo Sherman M-50 ed M-51, impiegati dalle Forze militari israeliane erano chiamati Super Sherman. Per l'esattezza lo Sherman M-50 era chiamato Super Sherman, mentre lo Sherman M-51 era chiamato ISherman (Israeli Sherman), entrambi derivati dal famoso carro statunitense M4 Sherman. Questi carri servirono in Israele dalla metà degli anni '50, fino all'inizio degli anni '80. 

  

  

  

Nel corso degli anni '60 fu introdotto il cannone più potente da 105 mm il francese Modèle F1, dalla caratteristica canna allungata con il finale a "baffi". Questi carri così modificati iniziarono ad operare con l'Israele a partire dal 1965.

  

  

  

  

Buon Modellismo a Tutti

Paolo Baldoin "Stainer"

Legkaya Broneploshadka PL-37 - Kit Trumpeter - Scala 1/35

Russia 1942

Il Legkaya Broneploshadka PL-37 fu un progetto russo per standardizzare i vagoni ferroviari per l'artiglieria leggera, trainati da locomotive blindate. Il vagone blindato di artiglieria leggera, aveva una struttura siile a qualsiasi vagone ferroviario, venendo poi blndatocon paratie di acciaio, sovrapponendo poi due cannoni e aggiungendo quattro mitragliatrici laterali (due per lato). Al cento, in mezzo ai due cannoni, era posizionata la torretta di osservazione del comandante delle batterie per il tiro dell'artiglieria.

  

  

  

I due cannoni campali erano da 2 x 76.2mm Mod. 1902/30, cannoni molto efficaci contro molte corazzature nemiche. A questi due cannoni c'erano da 4 a 6 mitragliatrici da 7,62 mm raffredate ad acqua, impiegate soprattutto per la difesa del convoglio ferroviario contro la fanteria nemica. L'unico inconveniente delle mitragliatrici era il raffreddamento ad acqua che doveva essere sempre disponibile.
Vennero costruiti un totale di 24 vgoni PL-37, impiegati soprattutto in appoggio alle truppe di terra. La guerra moderna però ha evidenziato i vari limiti che può offrire un treno blindato, veicolo lento, molto esposto all'attacco aereo e soprattutto mezzo vincolato da una linea ferroviaria facilmente esposta ad attacchi e sabotaggi della linea stessa. Con il trascorrere del conflitto furono impiegati soprattutto in compiti di seconda linea, per la difesa di un settore o per attaccare sacche di resistenza rimase isolate dalla prima linea.

  

  

  

Buon Modellismo a Tutti

Paolo Baldoin "Stainer"

Panzertriebwagen Nr.16 (PzTrWg 16) - kit Trumpeter - scala 1/35

Polonia 1944

Panzertriebwagen Nr.16 (PzTrWg 16) era un treno ferroviario blindato "unidirezionale" prodotto dai tedeschi per l'impiego nel corso el secondo conflitto mondiale. Apparso alla fine del 1942 fu impiegato dai tedeschi fino alla fine della guerra in Europa nel maggio del 1945. Il suo compito primario era quello di pattugliare le porzioni sud-occidentali della Polonia occupata soprattutto contro le formazioni partigiane polacche (1943/44), per poi essere impiegato nei settori di Rawa Ruska e Lublino. Fu impiegato in pattugliamenti lungo la rotabile di Radom, partecipando ai combattimenti nei pressi di Kielce. Portato nelle retrovie per modifiche e riparazioni, rientrò in azione nell'aprile del 1945 durante i combattimenti a Nieuruppin. Fu poi catturato dai sovietici a Nieustadt, e ceduto in seguito alle forze polacche che lo impiegò nel dopoguerra fino alla fine degli anni '60.

  

  

  

Questo treno blindato, usava una locomotiva a motore diesel WR550D14 da 550 cavalli. A questo locomotore furono applicate delle piastre di protezione, rendendo l'aspetto del locomotore come una scatola. L'armamento originale era composto da due armi anti-aeree (AA) da 20 mm FlaK 38 posizionate davanti e dietro il locomotore. Prima della fine del 1942, la Flak fu sostituita da due torrette Putilov 76.2 Mod. 02/30 (cannoni da campagna). I cannoni erano di preda bellica. La potenza del fuoco è stata aumentata durante la metà del 1944 quando le torrette furono sostituite da altre due del tipo Soviet T-34 poste sempre davanti e dietro al PzTrWg 16.

  

  

Buon Modellismo a Tutti

Paolo Baldoin "Steiner"

M113 A2 - Kit Tamiya - scala 1/35

3° Battaglione Commando del 5° Rgt Cavalleria dela 1^ Brigata in Bosnia nel 1996

L'M113 è un veicolo trasporto truppe (VTT) completamente cingolato progettato negli anni cinquanta, con in mente la possibilità di ospitare una squadra di fanteria completamente equipaggiata e di fornire alle truppe l'appoggio di fuoco ravvicinato. L'M113 doveva avere capacità di movimento anfibio senza preparazione e la capacità di protezione dei soldati trasportati dal fuoco di armi leggere. La funzione tattica del veicolo era di trasportare i soldati fino al campo di battaglia e, una volta sul campo di battaglia, di sostenerli con il fuoco delle armi in dotazione al veicolo.

  

  

Non era previsto (e quindi non era possibile) il combattimento delle truppe trasportate da bordo del veicolo. Solo veicoli di progettazione successiva (veicoli da combattimento della fanteria) permisero ai fanti di essere portati entro il campo di battaglia e di combattere direttamente dall'interno del veicolo. Sullo scafo dell'M113 fu realizzato un gran numero di veicoli specializzati, con funzioni particolari sul campo di battaglia.

  

  

  

Buon modellismo a tutti

Paolo B.

Sturmpanzerwagen A7V - Kit Tauro Model - scala 1/35

Francia1918

Prima della fine della guerra ne vennero prodotti alcune decine di carri A7V, una piccola quantità, ma che riuscì anche a scontrarsi con i similari veicoli inglesi. I primi combattimenti tra carri.

Il primo venne consegnato il 1º ottobre 1917, ed entrò in servizio nell'Abteilung I (un reparto con 5 carri in tutto, costituito con una forza di oltre 170 uomini il 29 settembre) Solo nel febbraio 1918 i primi carri apparvero in un'esercitazione, senza suscitare tuttavia grande impressione.

  

  

Il 21 marzo l'Abteilung I partecipò al suo primo combattimento, presso St. Quentin, ma fu il 24 aprile che i panzer tedeschi passarono davvero alla storia. Infatti, il reparto partecipò allo scontro a Villers-Bretonneux, causando agli alleati lo stesso terrore da carri che ebbero 2 anni prima i tedeschi. Ma in quell'azione memorabile, alcuni dei 13 carri tedeschi si scontrarono con dei Mark IV inglesi. Questa fu la prima battaglia tra carri armati, e vide gli inglesi effettivamente impreparati a battagliare contro i tedeschi. Dei 10 carri britannici presenti, 7 erano Whippet e 2 Mk IV 'femmina', mentre solo un carro aveva anche cannoni da 57mm, il Mk IV del comandante. I carri tedeschi del Gruppo 3 si scontrarono contro i veicoli inglesi; 1 Mk IV 'femmina' (armato solo di mitragliatrici) fu colpito, ma non venne distrutto dalle cannonate del carro germanico comandato da Bilz. L'Mk IV riuscì a rispondere al fuoco, nonostante la nebbia e il fatto che i gas avessero ridotto l'equipaggio a 6 uomini. 3 cannonate colpirono il grosso A7V e uccisero 3 uomini. Nel frattempo, un altro A7V cadeva in una cava e venne perduto. Ma i carri leggeri Whippet, nell'avanzare verso i tedeschi, finirono sotto il fuoco di un altro A7V, contro cui non potevano rispondere. Da 270 metri 3 di essi vennero messi fuori uso o bruciati. Alla fine entrambe le parti si ritirarono con perdite, e con importanti lezioni apprese.

  

  

Buon Modellismo a Tutti

Paolo B.

Carro Vk.45.02 (P) H - kit Dragon - scala 1/35

Ottimo modello della Dragon, riguardante un carro pesante tedesco realizzato alla fine della guerra e mai entrato in produzione.

Questo modello realizzato ottimamente dalla Dragon, è ricco di particolari, con un foglio di fotoincisioni molto interessanti.

Il montaggio risuta semplice, anche se vengono apportate alcune corezzioni con del plasticar in alcuni punti.

La mimetica, essendo un carro non entrato mai in combattimento, è stata riprodotto un pò di fantasia, immaginando il teatro operativo a cui andava a combattere. Quindi un fondo sabbia con Tamyia X-60 e poi delle striature con verde Gunze H-303 e del marrone Gunze H-310 con una piccola percentuale (10% circa) di H-37.

Viene poi dato un lavaggio con colori ad oltio (Bruno Van Dyck) e quindi passaggi per l'invecciamento con oli di diverso tipo.

Non essendoci una unità specifica, le insegne si limitano alle croci in tottetta e nel retro del carro.

Joomla SEF URLs by Artio
seoLinks

SPONSOR

CONDIVIDI

CERCA NEL SITO

TECNICHE E COLORI

RECENSIONE AEREI

RECENSIONE MEZZI CORAZZATI

STORIA

Visite:

Oggi:2337
Questo Mese24956
Visite Totali1692222